martedì 24 gennaio 2012

Proteste in Sicilia, grave l'assenza dei parlamentari all'assemblea di Sciacca

L'assenza dei parlamentari del territorio saccense ad una importante assemblea di agricoltori e di pescatori locali dimostra ancora una volta, qualora ce ne fosse stato bisogno, lo scollamento dell’attuale classe politica dai cittadini e dai problemi delle comunità locali.   La protesta del movimento dei forconi, se discutibile nel metodo, trova fondamento nelle ragioni: eccessivi risultano i costi del carburante, specie per i mezzi agricoli e per i pescherecci, nonché per i mezzi di trasporto che devono portare i nostri prodotti agricoli nei mercati del centro-nord Italia.   Non basta tentare di mettere il cappello su questa protesta (come avevano tentato di fare alcuni degli illustri assenti all'assemblea di ieri mattina a Sciacca), cercando di cavalcare la protesta dei siciliani: chi vuole strumentalizzare la protesta, infatti, rischia di bruciarsi le mani perché non ha la coscienza a posto. I siciliani sanno che se si trovano in questa situazione non è certamente per responsabilità del governo Monti, che è in carica da poco più di un mese, ma di coloro che non hanno fatto nulla, pur avendone la possibilità, negli ultimi anni.   Oggi mi rendo conto, purtroppo, che quando nell’ottobre del 2010 scrissi all'allora Ministro dell'Economia Tremonti descrivendo la nostra isola come una “polveriera pronta ad esplodere” e chiedendo lo sblocco dei fondi FAS, avevo tristemente ragione.   Oggi ad ogni livello, occorre senso di responsabilità e capacità di operare scelte che diano, nell’immediato, soluzioni positive alla nostra gente: dall’abbattimento del costo del carburante per i siciliani, allo sblocco dei finanziamenti del Fondo europeo per lo sviluppo regionale 2007/2013 che ha una dotazione finanziaria di 6.539.605.100 euro, in buona parte ancora non spesi.

giovedì 19 gennaio 2012

Approvati gli indirizzi del Piano Energetico Ambientale Comunale

Menfi sarà tra i primi comuni in Sicilia ad aere un proprio Piano Energetico Ambientale Comunale. Ieri sera, infatti, il consiglio comunale ha approvato le direttive per la redazione del PEAC proposte dall’amministrazione ed arricchite dal contributo del consiglio comunale, dei gruppi politici e delle associazioni cittadine.
 Il PEAC è una sorta di “piano regolatore delle energie alternative”, obbligatorio solo per i comuni sopra i 50.000 abitanti, ma di cui l’amministrazione Botta ha voluto dotarsi di per capire quali interventi attuare sul patrimonio comunale per dare un significativo contributo all’abbattimento delle emissioni clima-alteranti..
“Sono molto soddisfatto per l’approvazione delle direttive del PEAC – dice il Sindaco Botta –, un atto di programmazione di Politica energetica che esalta la consapevolezza del ruolo di soggetto attivo nella pianificazione e gestione territoriale di questa amministrazione e dell’organo di indirizzo. Questa fase è propedeutica ad ogni ulteriore intervento e costituisce la base fondamentale, dal punto di vista urbanistico e ambientale, di tutte quelle procedure finalizzate sia alla razionalizzazione delle ubicazioni  delle fonti energetiche alternative, che per quanto concerne l’aspetto economico. Ringrazio i tecnici comunali ed i cittadini per l’importante contributo finora svolto – conclude Botta - . ”

mercoledì 18 gennaio 2012

Sicilia, costituito il Distretto Turistico Tematico dei Vini e dei Sapori. Menfi e San Vito Lo Capo guidano le città in partnership con Airgest


Menfi, insieme al comune di San Vito lo Capo, diventa comune guida del turismo enogastronomico in Sicilia.
Un importante riconoscimento per la città di Menfi: infatti, la Regione Siciliana ha approvato il “Distretto Turistico Tematico dei Vini e dei Sapori” ed i due comuni siciliani che hanno conseguito i risultati più’ significativi nel settore del turismo del vino e della gastronomia sono a capo di quel fenomeno che ormai si va sempre più consolidando a livello mondiale che e’ il turismo enogastronomico.
Tutto ciò consentirà di potenziare il settore turistico locale attraverso sia finanziamenti mirati che interventi di promozione.
Inoltre, di estrema importanza e’ la qualità del partenariato quale la partecipazione dell’Airgest la societa’ aeroportuale dell’aeroporto di Trapani Birgi e tutte le strade del vino siciliane coprendo cosi’ tutto il settore dell’enoturismo siciliano.
Nella giornata di ieri si e’ costituito il consiglio di amministrazione del distretto di cui Michele Botta e’ vice presidente.

giovedì 12 gennaio 2012

Mare pulito, anche per gli Agrigentini Menfi regina incontrastata

Questo è un articolo di oggi del Giornale di Sicilia che riguarda il mare pulito di Menfi. 
Si tratta della rubrica "Cronaca in Classe" in cui sono gli studenti del Liceo del capoluogo Agrigentino a riconoscere la bellezza e la qualità del nostro mare.



mercoledì 11 gennaio 2012

lunedì 9 gennaio 2012

La ricostruzione del Belice tra pianificazione e utopia - Gennaio 1968 Gennaio 2012

Nell'ambito delle iniziative organizzate dai comuni della valle del Belice, sabato 14 si terrà a Menfi un convegno dal titolo "La ricostruzione del Belice tra pianificazione e utopia".

A distanza di 44 anni la ricostruzione della  Valle del Belice  non è stata ancora completata, non per incapacità delle comunità locali ma, per come hanno più volte sancito gli atti delle Commissioni Parlamentari che si sono ciclicamente occupate delle vicende, per la mancanza di risorse, erogate in misura largamente inferiore a quanto stanziato per altri simili tragici eventi. L’obiettivo oggi, è quello di ottenere, se non pretendere, puntuali risposte in modo da dare certezze e rapidità alle condizioni di recupero ambientale, edilizio e urbanistico e ripristinare di conseguenza tutte quelle strutture in grado di assicurare ai cittadini della Valle del Belice una normale ed agevole fruizione delle loro città e dei loro territori. Si tratta di un atto di giustizia nei confronti di quelle popolazioni costrette a vivere nell’attesa di una definitiva risposta per chiudere una volta per tutte il doloroso capitolo della ricostruzione. Siamo stati costretti, per tre generazioni, a vivere nella precarietà per colpa di risorse mancate o di risorse assegnate con il contagocce fino a subire la vergogna di essere chiamati “professionisti del terremoto”.
Oggi diciamo “basta”. Vogliamo lasciare ai nostri figli un futuro libero dalle catene della ricostruzione affinché il 68’ diventi solo una data da ricordare per le sue vittime e non un problema mai definito.

14 Gennaio 2012  - 0re 16,30 - 
Sala Convegni Centro Civico Menfi 
Corso A. Palminteri 


Programma dei lavori: 



Ore 16,30  Registrazione partecipanti 

Ore 17,00  Saluti delle autorità: 



Dott. Michele Botta 

Sindaco di Menfi 

Dott. Nicola Catania 
Coordinatore Sindaci Valle del Belice 

Prof. Arch Giuseppe Gangemi - Università di Palermo
La pianificazione come presupposto alla prevenzione ed alla conservazione del Territorio: il caso del Belice 

Arch. Rosario Cultrone – Dipart. Reg. Protez. Civile 
La protezione civile nella Regione Siciliana e la pianificazione alle diverse scale attraverso alcuni casi di 
studio 

Prof. Giovanni Falsone -  Università di Messina  
Il comportamento delle strutture sotto l'azione sismica: il terremoto di Messina e quello della valle del Belice

Prof. Arch Antonella Mamì - Università di Palermo  
Prevenzione e riabilitazione sismica degli elementi non strutturali

Dott. Giuseppe Marrone e Dott. Saverio Milici 
Linee guida per la redazione del piano comunale di protezione civile  

Coordina 
Arch. Rosario Cultrone 

Intervengono: 
Sindaci Valle del Belice 

Concludono:
Sen. Giampiero D’Alia 
Ass. Gaetano Armao Ass. al Bilancio della Reg. Sicilia
Sen. Stefano Cusumano 

Dibattito sulle tematiche del convegno.

Mostra di alcuni casi di studio  

martedì 3 gennaio 2012

Buon 2012

Un augurio sincero dal profondo del cuore a tutti i cittadini di Menfi affinchè il nuovo anno permetta di realizzare ad ognuno di noi le speranze e le attese che il 2011 non ha permesso.
Certo le prospettive socio-economiche di questi tempi di crisi globale ci hanno fatto tanto soffrire fino ad oggi; ma io confido nella grande capacità di reazione e creatività della nostra comunità e sono certo che assieme possiamo riportare Menfi a quei livelli che ci appartengono e che da sempre ci hanno permesso di dire ad alta voce e con orgoglio : "SIAMO MENFITANI" .


 Il vostro Sindaco Dottor Michele Botta